page actu test

DL Rilancio

 

 

Il nuovo Decreto Rilancio ha portato grandi novità, tra cui l’incremento del valore delle detrazioni fiscali Ecobonus, che può passare dal 50% e 65% al 110%, in alcuni casi specifici.

Ad esempio, per raggiungere il Superbonus 110%, basta sostituire il vecchio impianto di riscaldamento con una nuova caldaia a condensazione in classe A, assicurando il miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio o dell’unità immobiliare, oppure il conseguimento della classe più alta raggiungibile dallo stesso.

Vediamo insieme come ottenere l’incentivo al 110% e fare gli interventi praticamente gratis.

Gli interventi ‘trainanti’ sono 3:

  • Interventi di isolamento termico (es. cappotto)
  • Interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di riscaldamento, di raffrescamento o per la fornitura di acqua calda sanitaria.
  • IInterventi su edifici unifamiliari e unità indipendenti per la sostituzione degli impianti di riscaldamento, di raffrescamento o per la fornitura di acqua calda sanitaria.

Se vuoi approfondire, leggi il nostro articolo sugli interventi trainanti.

 

Quanto si può spendere?

I limiti di spesa previsti per ciascun intervento di efficientamento energetico sono diversi e dipendono dal tipo di intervento.  

 

Ad esempio, nel caso di sostituzione dell’impianto centralizzato in un condomino con una caldaia a condensazione i limiti di spesa differiscono in base al numero delle unità immobiliari presenti:

- da 2 a 8 unità immobiliari, il limite è di 20.000€ per ogni unità;

- oltre le 8 unità immobiliari, il limite è di 15.000€ per ogni unità.

Invece, nel caso di unità indipendente o unifamiliare, il limite di spesa dell’intervento di sostituzione è di 30.000€.

Tali limiti di spesa indicati potrebbero essere soggetti a variazioni a seguito della pubblicazione dei provvedimenti attuativi, dove verranno indicati gli importi di spesa massima specifici per tecnologia.

 

Quali opzioni hai per usufruire della detrazione?

L’altra importante novità: prevista dal nuovo decreto è la possibilità di richiedere lo sconto in fattura oppure la cessione del credito.
Il decreto prevede la possibilità di optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito, sia per gli interventi ‘trainanti’ che per tutti gli altri interventi di efficientamento energetico.

Facciamo un esempio: potresti sostituire la tua caldaia gratuitamente accedendo al 110% fino a un massimo di spesa di 30.000€.

Anche in questo caso, i limiti di spesa indicati potrebbero essere soggetti a variazioni a seguito della pubblicazione dei provvedimenti attuativi.

Nel pieno rispetto della trasparenza nel trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che dal 1 ottobre 2020 la nostra privacy policy è stata aggiornata e che il Titolare dei dati, a seguito di una recente operazione societaria, è Ariston Thermo S.p.A., P.Iva 02853230429. Per l'aggiornamento completo, clicca su informativa privacy. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Scopri di più